Betulla

 
  • Famiglia: Betulacee.
  • Genere: Betulla.
  • Etimologia: Dall’antico alto tedesco bircha, dalla radice indoeuropea bher(e)g che significa bianco, splendente.
  • Longevità: da 80 a 120 anni.
  • Habitat: zone dal clima temperato e boreale.
  • Curiosità: è un albero pioniere capace di occupare rapidamente delle zone rase al suolo dopo un incendio o un disboscamento…
 

 

Come riconoscere la Betulla?

corteccia Betulla

la Betulla prende il suo nome dalla corteccia bianca.

Albero e corteccia 

La corteccia è bianca e ha un aspetto cartaceo a strisce orizzontali ed è caratterizzata da segni neri a forma diamantata.
L’albero può raggiungere un’altezza che varia da 15 a 30 m ma alcune varietà della betulla (Betulla pendola per esempio) possono presentarsi sotto forma di cespugli.

 

 

Foglia di BetullaFoglia

La foglia è piccola e leggera, dalla forma ovale o triangolare, appuntita e dal bordo dentellato.

 

 

 

Fiori e frutti

infiorescenza della Betulla

Infiorescenze della Betulla

D’estate quando i fiori femminili si trasformano in frutti maturi, in genere, rilasciano tantissimi semi alati che trasportati dal vento possono volare lontano e col tempo creare delle foreste di betulle. 

 

 

 

 

Utilizzi e proprietà della Betulla

 

  • È un ottimo depurante, sia per l’uomo che per il terreno.
  • La corteccia contiene catrame, ciò rende la betulla un legno buono da ardere anche quando è fresco.
  • Veniva usato in passato per ricoprire i tetti delle case.
  • I nativi Americani della tribù Ojibwa usavano la betulla per la costruzione dell’inipi (capanna sudatoria).
  • La corteccia è stata usata per costruire barche e canoe.
  • Contribuisce all’equilibrio delle acque nel terreno.
  • In ambito erboristico, l’infuso delle foglie giovani ha un effetto depurante sul corpo in quanto stimola la cistifellea, i reni, la vescica. È una bevanda depurativa, diuretica, antisettica, antiinfiammatoria, e leggermente sudorifera che può aiutare in caso di sindrome premestruale, calcolosi renale,insufficienza venosa, ipertensione arteriosa e edemi da insufficienza cardiaca.
 
 

Miti e curiosità

La Betulla ha una lunga storia nei miti e leggende delle diverse popolazioni eurasiatiche: per i Celti era anticamente il simbolo del sole nascente (Beth, “Betulla”, è la prima lettera dell’alfabeto ogamico)Con il tempo però sarà il potere materno e la sua candida corteccia a far prevalere l’aspetto specificatamente materno su quello solare, rendendolo per le popolazioni europee, un’albero legato alla Grande Madre e alla Luna. Questo successe a molti popoli in passato che dimenticarono l’aspetto materno e femminile del Sole rendendolo, col passare del tempo, prettamente  maschile.

 

Per le popolazioni siberiane, era l’albero che collegava i mondi dello Spirito: l’axis mundi, asse del mondo.
Gli sciamani siberiani usavano questo albero per accedere ai mondi superiori nello stato ampliato di coscienza.
Era usata anche nei riti di iniziazione, nei quali il novizio compieva il suo primo viaggio.

 

Il suo legno è usato da millenni per costruire i sacri Tamburi, oltre che per il Potere legato all’albero, anche per la sua capacità di modulare toni alti e bassi conferendo al tamburo una voce armonica e profonda.
Per questi motivi, i Siberiani consideravano la Betulla come l’albero sciamanico per eccellenza.

 

L’insegnamento

 
“Le betulle europee, quindi la betula pubescens e la betula pendula hanno bisogno di molta luce; hanno una chioma folta e luminosa ed i loro delicati rami rispondono sensibilmente all’aria.”

Spunto di riflessione

Abbiamo detto in precedenza che è un albero pioniere, ciò significa che è in grado di ripopolare aree distrutte e rase al suolo in un tempo relativamente breve. Però ha bisogno di sole, ha bisogno di luce per vivere e riportare vita intorno a sé.  È comunemente considerato come albero solare, sia per il suo colore candido e luminoso che per la sua predilezione per la luce solare.

 

Grazie a questa capacità di adattamento, riesce a portare una guarigione profonda. È simbolo di guarigione e rinascita all’ambiente che lo circonda. Non è da sottovalutare il suo potere armonizzatore a livello radicale: riuscire a mettere le radici in un terreno povero e arido, significa rendere la terra fertile, guarirla e permettere ad altre specie di ripopolare il terreno.
Riesce a pompare acqua e nutrimento per sé e gli altri riportando vita e energia e rendendolo disponibile per la comunità. Si tratta di un albero comunicativo che ha uno stretto legame anche con l’aria: i suoi semi leggeri possono percorrere lunghe distanze, portati dal vento, per giungere in luoghi desolati.

 

È un albero di Medicina

 

 
“In inverno i rami acquisiscono un colore violaceo a causa di una cera che li ricopre donandogli una gran resistenza al freddo ed al maltempo.” 

Spunto di riflessione

L’inverno è un periodo delicato anche per l’uomo: è un periodo di vulnerabilità ed introspezione, la Betulla ci insegna a proteggersi quando l’ambiente esterno non offre un clima adeguato e a non confondere la protezione con l’isolamento.
Proteggersi significa mettersi nelle condizioni ideali per superare le avversità e le difficoltà, significa nutrire amore verso se stessi e preferire dirigere la propria energia per il proprio benessere invece di sprecarla inutilmente verso l’esterno quando le condizioni non permetterebbero nessun effetto benefico.
Proteggerti significa nutrire amore verso te stesso e capire cosa è meglio per te. Condividi il Tweet
L’insegnamento di questo albero è molto importante!
Ci spinge ad essere amorevole verso gli altri ma anche verso se stessi, perché l’energia ha bisogno di fluire in modo equo ed armonioso per ognuno, noi compresi.

 

 

Messaggio dell’Albero

 
“Sono come il miele nel latte.
Sarò dolce con te ma potrò essere più dura per sostenere il tuo cammino se questo lo richiederà”.
 
La Betulla è un’essenza amorevole ed accogliente con la quale è facile fare amicizia. È molto protettiva ed entra in sintonia facilmente con le persone. È la più indicata per chi è all’inizio della pratica sciamanica per il suo carattere materno. È l’Alleato ideale per il primo Tamburo.

 

 

Sei all’inizio del percorso o cerchi un Alleato in grado di portarti una guarigione profonda?
Hai bisogno di un sostegno amorevole e materno per capire le lezioni che la vita ti presenta sotto forma di sfide e difficoltà?

 

Chiedi che il tuo sacro Tamburo nasca con il potere della Betulla.  

Clicca qui!

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto, non esitare a diffondere. Grazie!

Betulla
5 (100%) 1 vote[s]

Leave a comment


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Per prenotare il tuo Tamburo, ti rimane…

Benvenuto/a su Spirito Tribale!

Alessandro

 
Benvenuto/a su Spirito tribale!
 
Ciao, mi chiamo Alex.
Sono un praticante sciamanico e un padre di Tamburi.
 
Su questo sito potrai prenotare la creazione del tuo Tamburo sciamanico.  
(Se hai bisogno di informazioni clicca QUI)
 
...E trovare informazioni su tutto quello che gira intorno all'affascinante mondo dello strumento più antico dell'umanità.
 
Ti auguro una buona lettura e... Che il battito del Tamburo sia sempre con te!


Categorie